updated, qualified and verified content only

What's Paperator? | Sign Up | Login

 

 
  Full text

 

Search in this publication

<< Back to publication details

   Show all

exact phrase  every word   each word

Search results

8 page(s) found

Anno XXi - n. 4 - Luglio/Agosto 2017 PosteItalianes.p.a.-Spedizioneinabbonamentopostale-70%-DCBTrento news Redazione e amministrazione: Via Zambra, 6 - Trento (TN) - Stampa: Centro Stampa Borgo - Borgo Valsugana Direttore responsabile: Piergiorgio Frizzera - Iscrizione Tribunale di Trento n. 983 del 11.11.97 Articoliredattida: Periodico di informazione tributaria Circolare informativa per i clienti Studio Piergiorgio Frizzera Studio Bortolotti Conci Studio Zandonella - Schuster Studio Demozzi - Studio Fronza Comm.Associati Studio Michele Moser Studio Degasperi Martinelli Studio Roberto Buglisi Studio Paolo Decaminada sCadenze! sCadenze! L'IVAAUMENTERà ANCHESENONLODICONO... 10 luglio lunedì - INPS-personaledomestico:versamentocontributi trimestreprecedente 17 luglio lunedì - Versamentounificatotributiecontributi 25 luglio martedì - Elenchiintrastat:mensilietrimestrali 31 luglio lunedì - Versamento delle imposte e dei contributi inps, saldo e acconto con maggiorazione 0,4% di: ·UNICO2017-personefisicheesocietàdipersone ·UNICO2017-soggettiIRES ·MOD:IRAP2017 ·DirittoAnnualeCameradiCommercio ·Regimedeiminimieforfettario,cedolaresecca, IVIE,IVAFE,ecc. ·Adeguamentostudidisettore. - Accise autotrasportatori:presentazioneall'Agenzia delleDoganedell'istanzarelativaalsecondo trimestreperrimborso/compensazionedelmaggior onerederivantedall'incrementodell'accisasulgasolio - Voluntary disclosure:inviotelematicodell'istanza perviolazionicommesseentroil30settembre2016 L'articolo9della`manovrina'dispone l'avvio della sterilizzazione delle clausole di salvaguardia concernenti le aliquote dell'IVA e delle accise. L'articolo modifica la legge 190 del 2014,ovverolaleggedibilancioper il2015approvatadalGovernoRenzi cheintroduceval'aumentoIVAapartiredalprimogennaio2018. Apartiredaquelladatal'aliquotaIVA al10%aumenteràall'11,5%­invece cheal13%comedecisodaRenzi­e salirà ancora al 12% nel 2019 e al 13% nel 2020. L'aliquota ordinaria al22%,nel2018saleal25%,poinel 2019saleancoraal25,4%(anziché al 25,9% come previsto da Renzi); scendeal24,9%nel2020etornaal 25%nel2021. L'Ivaèunadiquelleimpostechepaganotutti:volentionolenti,ilcostoè infattiscaricatosuibenidestinatialla vendita. L'Iva comporta dunque un aumento dei prezzi, ma proprio per questo potrebbe portare a un forte caloneiconsumi. A pagare gli effetti di un'eventuale aumentodell'aliquotaIVAsarebbero principalmente le famiglie, con costi direttichetradurrebberol'operazione in una maxi-stangata da 791 euro annuiafamiglia. "Noi le tasse non le aumentiamo", comeèstatodettoinpiùoccasioni... PIERGIORGIOFRIZZERA Organizzazione&Sistemisrl 1 agosto martedì - Decorrenzaperiododisospensioneferialedeitermini processuali 21 agosto lunedì - Versamentounificatotributiecontributi; INQUESTONUMERO: - AutoliquidazioneINAIL:versamentorata; - UniCO 2017:personefisiche/societàdipersonee soggettoIRES:versamentorataimposterisultantidalla dichiarazioneannod'imposta2016 detrazioneammessaancheinassenzadibonifico"parlante" · L'IVAAUMENTERàANCHESENONLODICONO... · LAVORIDIRISTRUTTURAZIONE: · BONUSASILINIDO:istruzionioperative 25 agosto venerdì - Elenchiintrastat:mensili · CEDOLARESECCA:locazionediduratainferioreai30giorni · QUADRORW:indicazionedeiconticorrentiesteri · SPLITPAYMENT:lavoratoriautonomi · DETRAZIONEIVA:abbreviatiitempi · RIQUALIFICAZIONEENERGETICA:contributiprovinciali 31 agosto giovedì - Termineperiododisospensioneferialedeitermini processuali


Luglio/Agosto 2017 - p. 2 FISCO PRATICO news RASSEGNASTAMPA: sintesi Tre spunti di riflessione attorno al "Jobs Act autonomi" PremessocheinmeritoalJobsActper illavoroautonomoilgiudiziodifondo non può che essere positivo, vi sono almenotrequestioniattornoallequali èopportunaunariflessione: · la devoluzione a Ordini e collegi professionali della competenza ad emanareattipubblici.Saràcompito del Legislatore delegato riempire di contenutoladelegacontenutanella riforma; · l'ampliamento delle prerogative delleCasseprevidenzialinell'ambito delle misure di solidarietà a favore dei propri iscritti che versino in situazionididisagio; · la divisione dei ruoli ­ attualmente non ben definiti ­ tra Ordini, Casse previdenziali ed associazioni rappresentativedeiprofessionisti. (Il Sole 24 Ore , 18 giugno 2017, pag. 13) nel Jobs Act autonomi misure anche per i giovani professionisti Tra le principali misure contenute nel "Jobs Act per gli autonomi" (legge 22 maggio 2017, n. 81), in vigore dalloscorso14giugno)visonoanche interventi destinati principalmente ai giovaniprofessionisti. Tra questi, si segnala l'introduzione delladeducibilitàintegraledellespese diformazione,conunmassimodi: a.10mila euro per corsi di aggiornamento professionale, convegni,ecc.; b.5mila euro per le attività di orientamento e ricerca nonché per ilsostegnoall'autoimprenditorialità. Siricordainoltrecheilprovvedimento contiene un'apertura alla possibilità per i professionisti di partecipare ai bandi. (Il Sole 24 Ore , 19 giugno 2017, pag. 7) "Rottamazione" delle liti pendenti, rischio caos per i giudizi in Cassazione Per effetto dell'art. 11, comma 3, del D.L. 24 aprile 2017, n. 50, sono definibili le controversie con costituzioneingiudizioinprimogrado del ricorrente avvenuta entro il 31 dicembre2016eperlequalialladata di presentazione della domanda di "rottamazione" il processo non si sia conclusoconunapronunciadefinitiva. Ne deriva che la procedura potrebbe esserepreclusadaldeposito­inquesti giorni­diunasentenzadellaCortedi Cassazione; il contribuente potrebbe ovviare a tale pericolo presentando una domanda di definizione, ma mancanoirelativimodelli. (Il Sole 24 Ore , 17 giugno 2017, pag. 15) LAVORIDIRISTRUTTURAZIONE: detrazioneammessaancheinassenzadibonifico"parlante" Come noto, per fruire della detrazione IRPEF previsteperilrecuperoedilizio/riqualificazioneenergeticadiedificiesistenti,odiernamente parial50%-65%dellespesesostenute,nonchéperl'acquistodiboxopostiautopertinenziali,ilpagamentodellefatturedeveavvenire amezzodibonifico bancarioopostale"parlante",recante: 1.causalediversamento,conindicazionedellanormacheconsenteladetrazioneIRPEF: finoal2011,l'art.1,comma1,dellaL.27 dicembre 1997, n. 449, e successive proroghe e modifiche, a decorrere dall'anno 2012l'agevolazioneinesameèdisciplinata dall'art.16-bisdelTUIR; 2.codicefiscale/partitaIVAdelfruitoredella detrazione, nei confronti del quale le spese sostenutepergliinterventiinesamesonoeffettivamenterimasteacarico; 3. partita IVA / codice fiscale della ditta o del professionista che effettua l'intervento sull'edificio, beneficiario dell'importo bonificato. Con Ris. 7.6.2012, n. 55/E, l'Agenzia delle Entrateavevaprecisatoche,incasodibonificoincompleto,tipicamenteovedifettassenella causaleilriferimentoallanormadileggeche consente la detrazione dell'importo nella misuradel36%-41%-50%-65%(aseconda delperiodoincuilaspesaèstatasostenuta), "la non completa compilazione del bonifico bancario/postale pregiudica, in maniera definitiva, il rispetto da parte delle banche e di Poste Italiane SPA dell'obbligo di operare la ritenuta disposta dall'art. 25 del DL n. 78 del 2010 all'atto dell'accreditamento del pagamento", conconseguentedecadenzadaldirittoalladetrazionefiscaleperilcontribuente. Il contribuente conservava tuttavia, a parere dell'Agenzia, la possibilità di "regolarizzare" il bonifico incompleto con la ripetizione del pagamento al beneficiario mediante un nuo- vobonificorecanteidatirichiesti,inmododa consentire all'istituto di credito/Poste Italiane SPA di operare la ritenuta a titolo di acconto parial4%dell'importoversatodalcommittente (dal 1° gennaio 2015, la percentuale dellaritenutaèstataelevataall'8%),conl'unica eventuale conseguenza di veder "slittare" la fruizione della detrazione all'anno successivo rispetto al "nuovo" sostenimento della spesa agevolata(incoerenzaconilprincipiodicassa cheregolalamateriadelledetrazionifiscali). Conlacircolare18.11.2016,n.43/E,l'Agenzia rivede il proprio precedente orientamento ed apre all'estensione del beneficio della detrazioneancheaicasidibonifico"incompleto", compilatoinmododanonconsentireallabanca/Poste Italiane SPA di operare la ritenuta a titolodiacconto,purchéilbeneficiariodell'accreditoattesti,condichiarazionesostitutiva,"di averricevutolesommeediaverleinclusenella contabilità dell'impresa ai fini della loro concorrenza alla corretta determinazione del suo reddito". Tornando di recente sul tema, la circolare 7.4.2017, n. 8/E, definitivamente "assolve" gli errori formali di compilazione del bonifico bancario / postale da parte dei contribuenti, anchequandoquestinonconsentonoall'operatoreintermediariodianticipareall'Erariouna partedelprelievodaoperarsineiconfrontidi coloroafavoredeiqualivengonoaccreditati compensi per la realizzazione di interventi di recuperodelpatrimonioedilizio. Inmanieracheapparecondivisibileecoerente,l'Agenziaconfermache"la fruizione del beneficio fiscale non può escludersi qualora risulti comunque soddisfatta la finalità delle relative norme agevolative tese alla corretta tassazione del reddito nei casi di esecuzione di opere di ristrutturazione edilizia e riqualificazione energetica...a condizione che l'impresa attesti con una dichiarazione sostitutiva di atto notorio che i corrispettivi accreditati in suo favore sono stati inclusi nella contabilità ai fini della loro concorrenza alla corretta determinazione del reddito d'impresa". Purcostituendoilbonifico"parlante"condizionenecessariaaifinidell'accessoalledetrazionistatuitedallarichiamatanormaagevolativa, quindi, gli eventuali errori nella sua compilazionenonpregiudicanopiùinmanieradefinitivalafruizionedelladetrazione. PAOLODECAMINADA LUCIANOIUNI StudioDecaminada


FISCO PRATICO news Luglio/Agosto 2017 - p. 3 BONUSASILINIDO: istruzionioperative Sonodisponibilileistruzionioperativeperaccedere alle agevolazioni previste dall'art. 1, comma355,dellalegge11dicembre2016, n. 232 (legge di Bilancio 2017) per il pagamentodellerettedifrequenzadiasilinidopubblicieprivatieperl'assistenza,pressolapropria abitazione, per i bambini affetti da gravi patologiecroniche. L'istitutoerogatorediriferimentoèl'INPS. Ilbonus,chepotràessererichiestoperibambininatioadottatidal1°gennaio2016,haun importo complessivo di 1.000 euro annui e verrà erogato con cadenza mensile suddiviso in 11 rate da 90,91 euro. Per i bambini già iscrittialnidosaràriconosciutol'interoimporto spettante a partire dal 1° gennaio scorso, datadientratainvigoredellenormechehanno introdotto il contributo. Il contributo mensile erogato dall'Istituto non potrà comunque eccederelaspesasostenutaperilpagamento dellasingolaretta. Incasodidomandaperilsupportodomiciliare, la somma sarà invece versata dall'Inps in un'unicasoluzione. Il premio asilo nido non è cumulabile con la detrazioneprevistadall'art.2,comma6,della legge22dicembre2008(detrazionifiscalifrequenzaasilinido).L'INPScomunicheràpertanto tempestivamente all'Agenzia delle Entrate l'avvenutaerogazione. Ledomandepotrannoesserepresentate,esclusivamente in via telematica, dal prossimo 17 luglio 2017efinoal31 dicembre 2017dal genitorediunminorenatooadottatoadecorreredal1°gennaio2016,chesiainpossesso deiseguentirequisiti(art.1D.P.C.M.): ·Cittadinanza italiana, oppure di uno Stato dell'UnioneEuropeaoppure,incasodicittadino di Stato extracomunitario, permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo(dicuiall'articolo9deldecretolegislativo25luglio1998,n.286,esuccessive modificazioni-Testounicodelledisposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero), ovverounadellecartedisoggiornoperfamiliariextracomunitaridicittadinidell'UnioneEuropeaprevistedagliartt.10e17del D.Lgs.n.30/2007.Aifinidelpresentebeneficioaicittadiniitalianisonoequiparatiicittadinistranieriaventilostatusdirifugiatopoliticoolostatusdiprotezionesussidiaria(art. 27delD.Lgs.19novembre2007,n.251).I cittadiniextracomunitariinpossessodelpermessodisoggiornoconsideratovalidoaifini delbonusautocertificanoilpossessoditale titolo inserendone gli estremi nella domandatelematica(numeroidentificativoattestazione; autorità che lo ha rilasciata; data di rilascio;terminedivalidità).Leverifichedei titoli di soggiorno sono effettuate dall'INPS mediante accesso alle banche dati rese disponibilidalMinisterodegliInterniedaaltre Amministrazioni.All'esitoditaliverifiche,la sedeINPSterritorialmentecompetentepotrà richiederel'esibizionedeltitolodisoggiorno qualoraciòsirendanecessarioperesigenze istruttorie; ·residenzainItalia; ·relativamentealsolobeneficiodicuialcomma 3) del citato DPCM (Contributo asilo nido)ilrichiedenteèilgenitorechesostiene l'oneredelpagamentodellaretta; ·relativamentealsolobeneficiodicuialcomma4)delcitatoDPCM(Contributoperformedisupportopressolapropriaabitazione): ilrichiedentedevecoabitareconilfiglioed averedimoraabitualenellostessoComune (art. 5 del Decreto del Presidente della Repubblica30maggio1989,n.223). Tutti i requisiti devono essere posseduti alla datadipresentazionedelladomanda. Siprecisachenell'istanzavengonoautocertificatiglialtrirequisitichedannotitoloallaconcessione del premio salvo che il beneficiario non sia tenuto a comprovare gli stessi sulla basedispecificadocumentazione. In caso di adozioni o affidamenti preadottivi verrà presa in considerazione la data più favorevoletrailprovvedimentodiadozioneela datadiingressoinfamigliadelminore,purché successivoal1°gennaio2016. Nelcasoincuisiaprevistalapresenzadiun legalerappresentante(es.seilgenitoreavente dirittoèminorenneoincapacediagire)ilPIN del richiedente viene fisicamente rilasciato al legalerappresentante,cheeffettueràl'accesso alsistemaconidatiidentificatividelrichiedente eprocederàallapresentazionedelladomanda conidatidellostesso presentazione della richiesta ·onlinetramiteiservizitelematicidell'Inps; ·tramitetelefonochiamandoilContactCenter Integrato dell'istituto al numero verde 803.164(gratuitodaretefissa)oilnumero 06.164.164daretemobile(contariffazione acarico); ·rivolgendosiadunEntediPatronato. Decadenza Ilrichiedentedeveconfermareadognimensilitàcheirequisitisonoinvariatirispettoaquanto dichiaratonelladomanda. L'erogazione dell'assegno èinterrotta in caso diperditadiunodeirequisitidileggeodiprovvedimentonegativodelgiudicechedetermina il venir meno dell'affidamento preadottivo ai sensidell'art.25,co.7,legge184/1983. PIERGIORGIOFRIZZERA Organizzazione&Sistemisrl RASSEGNASTAMPA: sintesi sicurezza sul lavoro, entro un anno le semplificazioni per gli studi professionali Per effetto dell'entrata in vigore del "Jobs Act autonomi", il Governo avrà un anno di tempo per affidare agli Ordini professionali determinati atti pubblici,inun'otticadisemplificazione dellamacchinaburocratica. Sempreentrounanno,inoltre: 1.le Casse di previdenza dei professionisti potranno ottenere l'abilitazione a predisporre misure a vantaggio dei propri iscritti in situazionididisagioeconomico; 2.dovranno essere introdotte norme finalizzatearidurregliadempimenti inmateriadisaluteesicurezzanegli studiprofessionali. (Il Sole 24 Ore , 14 giugno 2017, pag. 5) La trascrizione del trasferimento immobiliare esige l'intervento del notaio Un accordo di negoziazione assistita autenticato dall'avvocato che preveda anche il trasferimento tra i coniugi di un diritto reale immobiliare, non può esseretrascrittoneiregistriimmobiliari: lo ha stabilito la Corte di Appello di Triesteconl'ordinanzan.57/2017. Perigiudicidisecondogrado,infatti, unacorrettainterpretazionedegliartt.5 e6delD.L.12settembre2014,n.132, convertito con modifiche dalla Legge 10novembre2014,n.162dovrebbe condurreallaconclusionecheatalfine occorresemprel'interventodelnotaio. (Il Sole 24 Ore , 9 giugno 2017, pag. 35) Fatturazione elettronica, pronto lo standard di Assosoftware Assosoftware - l'associazione che raggruppalastragrandemaggioranza delle imprese del settore - ha reso noto di aver messo a disposizione il documentotecnicodelnuovostandard perlafatturazioneelettronica. Per le software house che sviluppano sistemi gestionali è quindi sufficiente, come ha sottolineato il presidente BonfiglioMariotti: 1.accederealsitowww.assosoftware.it; 2.sottoscrivereunappositoprotocollo diintesa,pereffettodelquale­tra l'altro ­ potrà essere pubblicato l'elencodelleimpreseaderenti. (Il Sole 24 Ore , 7 giugno 2017, pag. 34) Falsa partenza per la ritenuta sugli affitti brevi Per effetto dell'entrata in vigore della "manovrina" (D.L. 24 aprile 2017, n. 50) dal 1° giugno gli intermediari immobiliari sono tenuti ad operare la ritenutanellamisuradel21percento sugli affitti brevi incassati e versati ai locatori.


Luglio/Agosto 2017 - p. 4 FISCO PRATICO news RASSEGNASTAMPA: sintesi Si tratta però di una falsa partenza, in quanto ad oggi sono stati istituiti soltantoicodicitributodautilizzareper ilpagamentodellatassadisoggiorno, mentre non c'è quello relativo alla ritenuta. (Il Sole 24 Ore , 1 giugno 2017, pag. 32) nel 2018 il brevetto Ue È prevista per i primi mesi del 2018 l'applicazione "provvisoria" del brevetto unitario europeo: il via libera è stato dato ieri dal Consiglio Competitività. Adoggi,dodiciPaesi­traiqualil'Italia - hanno già ratificato e depositato il testo, mentre in altri cinque (tra cui Germania e Gran Bretagna) vi è stato il voto favorevole dei rispettivi Parlamenti ma il testo non è ancora statodepositato. Le controversie in materia saranno deferite alla Corte europea dei brevetti, che applicherà la normativa dell'Unione europea. In autunno partirannoilavoriorganizzativi. (Il Sole 24 Ore , 31 maggio 2017 , pag. 8) per imprese e professionisti compensabili cartelle con crediti verso la pa Pertuttoil2017impreseeprofessionisti che vantano crediti nei confronti della Pubblica amministrazione, potranno compensare con tali importi le cartelle esattoriali: lo prevede un emendamento alla "manovrina" di primavera(D.L.24aprile2017,n.50), neltestoapprovatodallacommissione BilanciodellaCamera. Sideveperòtrattare­precisalanorma ­ di crediti non prescritti, liquidi ed esigibili, relativi a somministrazioni, forniture, appalti e servizi; inoltre, la sommaiscrittaaruolononpuòessere superiorealcreditovantato.Seguiràun provvedimentoattuativo. (Il Sole 24 Ore , 30 maggio 2017, pag. 4) Antiriciclaggio, nuovi obblighi in capo ai professionisti Se da un lato la nuova disciplina sull'antiriciclaggio alleggerisce gli adempimenti in capo ai professionisti, dall'altro introduce alcuni nuovi obblighi. Èilcasoadesempio: 1.dell'obbligo di segnalazione di operazionisospette:aisensidell'art. 35 del nuovo provvedimento, tale adempimento dovrà essere effettuato prima del compimento dell'operazione; 2.dell'identificazione del beneficiario effettivoinpresenzadiclientidiversi dalle persone fisiche: a differenza del sistema previgente, infatti, rilevanotaluneinformazionitalvolta CEDOLARESECCA: locazionediduratainferioreai30giorni Con il sempre più diffuso utilizzo delle piattaforme digitali per la ricerca di alloggi nelle localitàdivacanzaodisoggiorno(Airbnb,Booking,Subito.it,...),èstataavvertital'esigenza da parte del Legislatore di sottoporre a disciplinaunamateria,quelladellelocazionibrevi di immobili ad uso abitativo (ossia di durata inferiorea30giorni),nonsoggettaaregistrazioneobbligatoriaconconseguentefacileoccultamentodelcorrispettivoalFisco. Intalsenso,l'art.4delD.L50/2017cd."Manovra correttiva" ha introdotto la possibilità, pericontratticonclusidapersonefisiche,sia tramiteintermediarioprofessionale(agenziedi viaggio,Airbnb,Booking,...)chedirettamente, divalersidelregime della cedolare secca di cuiall'art.3delD.Lgs.23/2011,contassazionedelredditoderivantedallalocazionedel fabbricatoconaliquota"flat"del21%. Al pari delle locazioni di durata superiore, l'imposta sostitutiva rappresenta una modalitàditassazionealternativaaquellaordinaria, rappresentatadall'assoggettamentoadIrpefe relativeaddizionalidelredditoderivantedalla locazione e che sostituisce altresì le imposte indiretteacuisonosoggettiicontrattidilocazione(impostadibolloediregistro). La normativa in esame ha effetto a far data dai contratti stipulati dal 1° giugno 2017; nel corrispettivo si comprende anche la parte dicompensorelativaallafornituradiserviziaccessoriallaprestazioneprincipale(messaadisposizionedellabiancheria,puliziadeilocali: cd.attivitàdibedandbreakfastoccasionale). Al fine di garantire un effettivo contrasto all'evasione fiscale, principale obiettivo della normaerealeportatainnovativadellastessa, l'art.4delD.L.50/2017attribuisceagli intermediari(qualimotoridiricercaspecializzatio anche agenzie immobiliari) che intervengono nellastipuladeicontrattidilocazionebrevela funzione di sostituto d'imposta,epertanto: 1.sonotenutiallatrasmissione dei dati dei contratti di locazionestipulatilorotramite all'AgenziadelleEntrate; 2.qualoraincassinodirettamenteicanonipat- tuiti versano il corrispettivo al locatore al nettodiuna ritenuta alla fonte del 21%. Tale ritenuta è da considerarsi operata a titolo di imposta sostitutiva ove il locatore persona fisica eserciti l'opzione per il regimedella cedolare seccao a titolo di accontosequest'ultimononoptiperilregime alternativo e si avvalga invece del regime ordinario. 3.entroil31marzodell'annosuccessivotrasmettonoallocatorelacertificazione delle somme erogate e delle ritenute operate. Riassumendo: Ambito sOGGETTiVO:ilregimepuòessere fruito esclusivamente da persone fisiche che nonagisconoinregimed'impresa; Ambito OGGETTiVO: contratti di locazione brevi(diduratanonsuperiorea30giorni)di immobiliadusoabitativo(inclusalaquotapartedicorrispettivoderivantedallaprestazionedi serviziaccessori,qualilafornituradellabiancheriaelapuliziadeilocali).L'unitàimmobiliaredevequindiessereinclusanellacategoria catastaleA(esclusoA/10)edeveesserelocata per finalità abitative (non è possibile giovarsi delregimesostitutivonell'ipotesidiA/2locato adusoufficioe,inmanieraconforme,diA/10 locatoadusoabitativo); Adempimenti a carico dell'eventuale inTERMEDiARiO pROFEssiOnALE: trasmissione all'Agenzia delle Entrate dei dati dei contratti conclusi avvalendosi della loro mediazione(siadirettacheattraversolagestione deinoti portalion-line); nell'eventualità di un lorointerventoanchenellafasediincassodel corrispettivo,sonotenutiadoperareunaritenutadel21%(atitolodiimpostaodiacconto), provvederealrelativoversamentoedallasua certificazione; Entrata in ViGORE:lapresentenormativasi applicaadecorreredaicontratticonclusisuccessivamentealladatadel1°giugno2017. PAOLODECAMINADA LUCIANOIUNI StudioDecaminada


FISCO PRATICO news Luglio/Agosto 2017 - p. 5 QUADRORW:indicazionedeiconticorrentiesteri Inpresenzadiconticorrentiall'esterosiètenuti allacompilazionedelquadroRWdelladichiarazionediredditi. Taleobbligograva,oltrechesugliintestatari deiconticorrenti,anchesuidelegatialprelievochenehannolapossibilità di movimentazione:ognisoggettointeressatodeveindicarel'interoimportodelconto(mentrel'IVAFEè dovutasolodagliintestataridelconto). Sono invece esclusi dalla compilazione del quadroRW: · coloro i quali hanno una mera delega ad operaresulcontoinnomeepercontoaltrui (èilcaso,adesempio,degliamministratori disocietàchehannodelegaadoperaresu contiesteri); · i frontalieri e i diplomatici (per i frontalieri l'esoneroèlimitatoaicontipossedutinello Statodovesvolgonol'attivitàlavorativa). L'obbligo di monitoraggio non sussiste per i depositi e conti correnti bancari il cui valore massimo complessivo raggiunto nel corsodelperiodod'impostanonsiasuperiorea 15.000euro. Alfinedelcalcoloditalesogliavannoconsideratituttiiconti(anchepossedutipressointermediarifinanziaridifferenti),sommandoirelativiimporti:l'obbligodicompilazionescatta qualora,ancheperunsologiorno,l'ammontare massimo nel corso del periodo di impostahasuperatoi15.000euro. In ogni caso permane l'obbligo di compilazionedelquadroRWnelcasoincuisidebba pagarel'iVAFE(nellamisurafissadi34euro perciascunconto):taleimpostanonèdovuta nelcasoincuil'importodituttiicontielibretti detenutipressoilmedesimointermediarionon superilagiacenzamediaannuadieuro5.000. L'importo da indicare nel Quadro RW non è rappresentato dal saldo del conto al 31.12.2016, ma dalla giacenza media annuadelconto. Inpresenzadipiùcontidetenutipressoilmedesimointermediario,vaindicato: · quale valore iniziale: il saldo di ciascun contoall'1.1.2016 · qualevalore finale:lagiacenzamediaannuacomplessivaditaliconti. GliintermediarifinanziarideiPaesiaderentiai c.d."CommonReportingStandard"sonotenutiacomunicareall'Amministrazionefinanziaria diappartenenzaisaldideiconticorrentiintestatiasoggettiresidentiinItalia,iqualiverrannopoicomunicatitelematicamenteall'Agenzia delleEntrate,cheasuavoltapotràverificarela corrispondenzatraidatipervenutidalleAmministrazioni finanziarie estere ed i dati indicati neiquadriRWpresentatidaicontribuenti. RASSEGNASTAMPA: sintesi difficilmentereperibili; 3.delle novità relative agli organi di controllo. (Il Sole 24 Ore , 27 maggio 2017, pag. 11) stop agli incentivi per le imprese che delocalizzano Conunaletteraindirizzataalsegretario generaleeatuttiidirettorigeneralidel Ministero dello Sviluppo economico, il ministro Carlo Calenda, preso atto "delle sempre più frequenti ipotesi di delocalizzazione",chiedechevengano introdotte misure limitative nel caso in cui l'impresa operi una "riduzione del personale addetto alle attività beneficiate o comunque a queste correlate". Dovrebbe essere prevista, sostiene il ministro, anche la decadenza dai beneficiconcessi. (Il Sole 24 Ore , 24 maggio 2017, pag. 2) È nulla la delega "in bianco" È da considerarsi nulla la delega di firma"inbianco",cioèprivadelnome del funzionario delegato: in tal caso, infatti, il contribuente non è stato posto nelle condizioni di verificare la legittimità dei poteri del firmatario dell'avviso di accertamento: lo ha affermato la Corte di Cassazione con l'ordinanzan.12960/2017,tornataad occuparsidellaquestionedellavalidità degli atti impositivi dell'Agenzia delle Entrate,sortaaseguitodellasentenza n.37/2015 dellaCorteCostituzionale. Per gli Ermellini, in particolare, ogniqualvolta la delega venga fatta ad un soggetto "incerto", dev'essere sanzionata con la dichiarazione di nullità. (Il Sole 24 Ore , 24 maggio 2017, pag. 36) società di comodo, verifica annuale dei parametri La verifica dei limiti imposti dalla leggeaifinidellaqualificadi"società di comodo", dev'essere effettuata per ogni periodo di imposta: lo ha affermato la Corte di Cassazione con l'ordinanzan.12829/2017. Per gli Ermellini, in particolare, lo status derivante dall'applicazione dei parametri introdotti dall'art. 30 della legge n. 724/1994, non può mai considerarsi permanente: occorre infatti un riscontro periodico della situazione. (Il Sole 24 Ore , 23 maggio 2017, pag. 36) illegittimo l'avviso fondato sugli studi di settore se non considera le ragioni del contribuente Per essere legittimo, l'avviso di accertamento fondato sugli studi di settore deve contenere proprie ROBERTOBUGLISI ServimpreseS.R.L.


Luglio/Agosto 2017 - p. 6 FISCO PRATICO news RASSEGNASTAMPA: sintesi osservazioni in merito agli elementi prodotti dal contribuente in sede di contraddittorio: lo ha affermato la CortediCassazioneconlasentenzan. 12631/2017. Perigiudicidilegittimità,inparticolare, le risultanze dell'applicazione di tale strumento di accertamento devono essere adeguate alla singola realtà, ragione per cui lo scostamento dai parametri non può da solo fondare e giustificarelapretesaimpositiva. (Il Sole 24 Ore , 20 maggio 2017, pag. 14) spese scolastiche e sportive forse nella precompilata 2018 Nella prossima dichiarazione precompilata potrebbero essere introdotti anche i dati sulle spese scolastiche e su quelle sostenute per leattivitàsportivedeifigli:ilproblema maggiore­oraallostudiodiAgenzia delleEntrateeSogei­èrappresentato dalrischiodiottenereinformazioninon altamenteaffidabilidapartedisoggetti "non tutti perfettamente informatizzati, soprattutto le associazioni sportive", comehasottolineatoPaoloSavini. Sempre in tema di precompilata, gli addetti ai lavori hanno comunque ribadito che restano ampi margini di miglioramento. (Il Sole 24 Ore , 18 maggio 2017, pag. 3) Concordato preventivo, la Cassazione chiede al giudice un controllo severo Dall'analisi della giurisprudenza di legittimità più recente, emerge come nell'ambito della verifica delle procedure di concordato preventivo algiudicesiachiestaunseveroesame dell'attestazione di cui all'art. 161, terzocomma,dellaleggefallimentare. Tale attività dovrà concentrarsi principalmentesuduedifferentipiani: 1.la professionalità e l'indipendenza dell'attestatore; 2.lacompletezzadellarelazione. La Suprema Corte, in sostanza, si preoccupa di tutelare la posizione dei creditori, i quali devono essere messi nelle condizioni di conoscere la situazione obiettiva in cui versa la società. (Il Sole 24 Ore , 17 maggio 2017, pag. 38) interessi di mora per tutte le partite iva Gli interessi si applicheranno anche alletransazionicommercialiintervenute tra lavoratori autonomi e imprese, tra lavoratori autonomi e pubbliche amministrazioni(dicuiall'art.!,comma 2,delD.Lgs.30marzo2001,n.165) nonchétralavoratoriautonomi. È quanto prevede il "Jobs Act autonomi",approvatoneigiorniscorsi SPLITPAYMENT:lavoratoriautonomi Losplitpaymentèilversamentodirettodaparte dei cessionari e/o committenti dell'Iva per cessionidibenieprestazionidiserviziallePubblicheAmministrazioni.Dall'1gennaio2015, lepubblicheamministrazioni,inrelazioneagli acquisiti di beni e servizi, devono pagare ai fornitori solo il corrispettivo, versando invece, direttamente all'erario, l'IVA esposta in fattura,eccoperchésplitpayment.Aprevederelo splitpaymentèstatalaleggedistabilitàperil 2015(legge23dicembre2014,n.190­art. 1, comma 629, lett. b). Il Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze 23 gennaio 2015 recante "Modalità e termini per il versamento dell'imposta sul valore aggiunto da parte delle pubbliche amministrazioni" era attuativo delle disposizioni previste dalla Legge di Stabilità per il 2015 ed era stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 27 del 3 febbraio 2015. Allora il governo Renzi accettò l'esclusione dei professionisti dallo split payment. Ora, Il Decreto Legge n. 50/2017, contenente la manovra correttiva dei conti pubblici,pubblicatosullaGazzettaUfficialen. 95del24aprile2017,loreintroduceapartire dal1°Luglio2017. Il decreto Legge n. 50/2017 amplia la sfera applicativa sia per quanto riguarda i soggetti acquirenti di beni e servizi che per quanto riguarda i soggetti cedenti e prestatori di beni e servizi. Infatti i nuovi destinatari possono essere raggruppati in tre grandi sottoinsiemi: glientielesocietàdefiniticomeappartenenti allaPubblicaAmministrazione(nuovocomma 1 dell'art. 17-ter del Dpr 633/72), le società controllatedallaPresidenzadelConsiglio,dai Ministeriedaglientiterritoriali(nuovocomma 1-bisdell'art.17-ter),lesocietàquotate(lettera ddellostessocomma1-bis).Entrerannoquindi moltientipubblicioggiesclusi,qualiadesempiotuttiglientidiricerca,glientiperildiritto allostudio,Consob,Sogeispa,Consipspa. Perquantoriguardainvece,icedentieprestatoridibenieservizi,lanovitàderivadall'abrogazionedelcomma2dell'art.17-terdelDpr 633/72, norma che oggi dispone che la disciplina dello split non trovi applicazione per leprestazionidiserviziassoggettatearitenuta allafonte:traqueste,lacasisticamaggiormente frequente è quella dei lavoratori autonomi esercenti arti e professioni, ma comprende anche le prestazioni di agenzia e di intermediazione,lecessionidibrevettietuttelealtre fattispecieperlequaliilDpr600/73prevede l'obbligo,perilcommittente,dioperareritenutaatitolod'impostaodiaccontoaifiniIrpef oIres. Tuttociògenereràsicuramentegettitoperl'Erarionelprimoannodientratainfunzione(come era stato nel 2015), ma occorre considerare chel'impattosuglioperatorisaràsicuramente pesante.Quantosopraimplicainfattituttauna seriediconseguenze,sicuramentenegativein terminidigestionedegliadempimentiedella liquidità,sulmondodelleprofessioni. Inprimoluogooccorreràadeguarelemodalitàdiemissionedellefattureedellaliquidazionedell'Iva:l'Ivacontinueràadessereesposta in fattura, ma non verrà incassata e dunque non genererà debito nei confronti dell'Erario; lefatturenonsarannopiùemesseconIvaad esigibilitàimmediataodifferita,mainregime di"scissionedeipagamenti".NelcasodifattureelettronichetrasmesseamezzoSdIdovrà esserecompilatocon"S"lospecificocampo; per le fatture cartacee, invece, dovrà essere esposta la dicitura "Operazione assoggettata a "split payment" con IVA non incassata dal cedente ex art. 17-ter del DPR 633/1972". Soloiprofessionistiinregimeforfettarioodei minimi non saranno toccati dal problema in quantolelorofatturenonrecanoaddebitodi Iva.Leconseguenzeinterminidiliquiditàsono evidenti: l'incasso della fattura avverrà semprealnettodellaritenuta,maanchealnetto dell'Iva; contestualmente, per i professionisti chegeneranobuonapartedelpropriofatturatoconentiesocietàdestinatariedisplit,sipotrannodeterminaresituazionidicreditoIvanei confronti dell'Erario. E' vero che l'art. 30 del Dpr633/72prevedelapossibilitàdirichiesta dirimborsodell'Ivapericontribuentichepongonoinessereoperazioniinsplit;parimenti,è possibileutilizzarelaproceduradellarichiesta dirimborsoodicompensazionetrimestrale;si trattaperòdiadempimentiulteriorieche,comunque,generanounosfasamentotemporale significativonellafasediprimaapplicazione. Sifainoltrepresenteche,purafrontedelmeccanismo dello split, il professionista rimane il debitoredell'impostaneiconfrontidell'Erario: eventualiaccertamenti,conilrelativorecupero di Iva, derivanti ad esempio da errori di fatturazione(un'ipotesipotrebbeesserequelladi errore sull'aliquota applicata), continueranno ad essere emessi nei confronti del professionista. L'applicazione dello Split Payment non determina infatti dei mutamenti in ordine al debitoredell'imposta,nonsiapplicaun'inversione del debitore dell'imposta come avviene perilreversecharge,sitrattasolodiundiverso meccanismo di riscossione dell'IVA da parte dell'Erario. Losplitpaymentèpensatoperridurrealminimol'evasionefiscalematoglieliquiditàsiaalle imprese che ai professionisti, i pagamenti nei


FISCO PRATICO news confrontideiqualisonoperfettamentetracciati,essendogravatidallaritenutad'accontoper leimpostedirette. Conlosplitpayment,inpratica,verrannocolpiti i professionisti come architetti, ingegneri, geometri,maanchecommercialisti,consulenti dellavoroeavvocati,chegià,negliultimianni, acausadellageneralizzatacrisieconomicae finanziaria,hannovistocalareilfatturatofino al40%. Ilmeccanismodellosplitpaymentestesoailiberiprofessionisti,difattoraddoppiailprelievo sulleloroparcelle.Inbuonasostanza,suogni parcellaemessadalprofessionista,vieneprelevatoil42%delvalorediognifattura(ritenuta d'acconto20%+IVAdel22%).Senzacontarepoiilfattocheiltuttosivaadaggiungere all'altranovità,pertuttiicontribuenti,percuiil limitealdisopradelqualeicreditidiimposta possonoessereusatiincompensazionesiriducedagliattuali15milaa5milaeuro. Ilveroobiettivodellamanovrasembrapiuttostoquellodimigliorareiflussifinanziaridella Pubblica Amministrazione. Per i professionisti che operano con la PA, invece, quello che si prospettaèunimpattosicuramentemoltoforte,perchéilvenirmenodellaliquiditàgenerata dall'incassodell'IVAsulleparcelle,oltreacrearedisparitàditrattamento,equindidiseguaglianze,fraiprofessionisticheoperanopergli entipubbliciechioperasolooprevalentementeconiprivati,comporteràperloroilricorso semprecrescenteafontidifinanziamentobancario,conaggraviodionerieinteressi. Infineunpiccoloesempionumerico: IMPONIBILE CONTRIBUTICASSA4% I.V.A.22% TOTALE FATTURA RIT.D'ACCONTO20% IVAaVS.caricoexart. 17-ter,D.P.R.n.633/72 netto da pagare 100,00 4,00 22,88 126,88 -20,00 -22,88 84,00 NICOLòLORENZO StudioMoser Luglio/Agosto 2017 - p. 7 RASSEGNASTAMPA: sintesi dal Parlamento ed ora in attesa di esserepubblicatoinGazzettaUfficiale. Al riguardo si consideri che l'obbligo di riconoscere gli interessi di mora - attualmente nella misura dell'8 per cento - si applica nei confronti di tutte le partite Iva, e quindi anche ai professionistinoniscrittiadalcunalbo professionale. (Il Sole 24 Ore , 13 maggio 2017, pag. 13) Redditometro, il Fisco deve provare la disponibilità del denaro Con l'ordinanza n. 11388/2017 la Corte di Cassazione ribadisce il principio secondo il quale ai fini dell'accertamento da redditometro, il Fisco è tenuto a provare che il contribuente ha avuto la disponibilità diunadeterminatasommadidenaro. Nell'occasione, infatti, gli Ermellini hannoricordatochelanorma,purnon chiedendolaprovadelconcretoutilizzo di tale somma per le spese oggetto dell'accertamento,prevedecomunque chel'Ufficioforniscaalcunecircostanze del fatto che ciò sia accaduto. Per effetto di tale pronuncia pare ormai definitivamente abbandonato il precedente orientamento di segno contrario. (Il Sole 24 Ore , 10 maggio 2017, pag. 30) Per i debiti fino a 1.000 euro termini "lunghi" per il fermo amministrativo Peridebitidiimportononsuperiorea mille euro, l'agente della riscossione può avviare azioni cautelari ­ quali ad esempio il fermo amministrativo ­ soltantotrascorsi120giornidall'invio, mediante posta ordinaria, di una comunicazione con il dettaglio delle sommedovute.Neglialtricasi,occorre che siano decorsi 60 giorni dalla notificadellacartellao90giornidalla notifica dell'accertamento esecutivo e previa notifica dell'intimazione ad adempiereentro30giorni. Si ricorda che il fermo amministrativo è il provvedimento riguardante un determinato veicolo e viene iscritto presso il Pra (Pubblico registro automobilistico)aisensidell'art.86del D.P.R.n.602/1973. (Il Sole 24 Ore , 8 maggio 2017, pag. 4) nella riforma del leasing aumentano le tutele per imprese e clienti "Per la prima volta vengono fissati gli elementi essenziali del contratto di leasing con l'introduzione di una specificadefinizioneediunadisciplina dilegge":lohasottolineatoilpresidente di Assilea, Corrado Piazzalunga, all'indomani dell'approvazione del disegno di legge sulla concorrenza. Le novità comportano - ha aggiunto DETRAZIONEIVA: abbreviatiitempi I contribuenti dovranno prestare maggior attenzione ai tempi di ricezione e registrazione dellefattured'acquistopernonperdereildirittoalladetrazionedell'IVA. ConlaconversioneinleggedelDL50/2017 viene confermata la riduzione dei termini per esercitare il diritto della detrazione dell'imposta assolta sui beni acquistati o importati e sui servizi acquistati nell'esercizio dell'attività d'impresa, arte o professione. Il decreto prevedelamodificadell'art.19delDPR633/72 stabilendo che il diritto può essere esercitato, al più tardi, entro il termine di presentazione delladichiarazioneIVArelativaall'annoincui ildirittoèsorto. Conrecentimodifiche(L.190/2014eDL193/2016) èstataeliminata,apartiredall'annod'imposta 2017,lapossibilitàdipresentareladichiarazioneIVAannualeinformaunificataconladichiarazionedeiredditiedèstatointrodottol'obbligo dipresentareladichiarazioneIVAinformaautonomaentroil30apriledell'annosuccessivo. Quindi per l'anno 2017 la dichiarazione IVA andràpresentataentroil30aprile2018eciò ridurràsensibilmenteiltempoadisposizioneper l'eserciziodelladetrazioneIVAchequindidovrà avvenirenonoltrequattromesidallafinedelperiododiriferimento. Unesempiobanalemaconcretoèd'aiuto.Se Alfa vende merce a Beta nel mese di giugno 2017emettendofatturalostessogiorno,Beta puòesercitareildirittoalladetrazioneentroe nonoltreil30aprile2018. Iltermineèstatoridottodibendueannirispetto a quello previsto dall'art. 19 attualmente vigente.Ciòcomporteràsicuramentedeiproblemiaicontribuentichedovrannoporremolta attenzione nella verifica sul possesso della fatturaperleoperazioneavvenutenell'annoe potercosìeffettuarelaregistrazionenelregistro degli acquisti anteriormente alla liquidazione periodicanellaqualeildirittoalladetrazioneè esercitatoecomunqueentroilterminedipresentazionedelladichiarazionerelativaall'anno diricezionedellafattura. Viene introdotta una disposizione transitoria (art. 2 co. 2-bis del DL 50/2017) secondo la quale le modifiche dei termini vengono applicateallefattureeallebollettedoganaliemesse dal1gennaio2017lasciandoinvariatoildiritto alla detrazione già sorto prima dell'entrata in vigoredeldecreto;quindiperlefattureemesse nel2015enel2016enonregistratedall'acquirente,restanovalidelevecchieregole. ROBERTSCHUSTER StudioZandonellaSchuster


Luglio/Agosto 2017 - p. 8 FISCO PRATICO news RASSEGNASTAMPA: sintesi ilrappresentantedellacategoria-che la locazione finanziaria non venga più considerata un contratto atipico, disciplinatosolotraleparti,maassuma "lanaturadiuncontrattotipico". (Il Sole 24 Ore , 5 maggio 2017, pag. 27) Omessa dichiarazione, ai fini della verifica del limite rilevano anche i costi Ai fini dell'imputazione per omessa presentazione della dichiarazione, in sede di verifica del superamento del limite previsto per legge occorre tener conto dei costi sostenuti per lo svolgimento dell'attività, non rilevando lerisultanzedell'accertamentoanaliticoinduttivosvoltodallaGuardiadiFinanza: è quanto affermato dalla terza sezione penale della Corte di Cassazione con la sentenza n. 20897/2017. Secondo i giudicidilegittimità,inparticolare,aifini delladeterminazionedell'impostaevasa ènecessariomettereaconfrontoricavie costidieserciziodetraibili. (Il Sole 24 Ore , 4 maggio 2017, pag. 38) imprese del gioco "soffocate" dal Fisco Il settore del gioco è assoggettato ad una tassazione che ha raggiunto un livello molto preoccupante: lo hanno denunciatoleimpresedelsettoreinuna nota congiunta firmata da Guglielmo Angelozzi(PresidentediAcadi)eStefano Zapponini (Presidente di Sistema Gioco Italia). I rappresentanti della categoria sottolineanoinparticolarechepereffetto dell'aumento delle aliquote disposto dalla"manovrina"(D.L.24aprile1917, n. 50) "siamo al 52,5 per cento per le Videolottery(Vlt)eal64,3percentoper lenewslot(Awp),controil22percento della Germania, il 38 per cento della Spagna e il 25 per cento nel Regno Unito".Nederivailrischioconcretoche numeroseaziendedebbanochiudere. (Il Sole 24 Ore , 29 aprile 2017, pag. 9) in arrivo i nuovi "Indici di affidabilità fiscale" InuoviIsa(Indicidiaffidabilitàfiscale), destinatiasostituireglistudidisettore, potrebberoessereintrodottigiàinsede diconversionedella"manovrina"(D.L. 24aprile2017,n.50). Come spiegato dal presidente della Commissione Finanze della Camera, Maurizio Bernardo, l'obiettivo della riforma è di realizzare "un sistema di premialità legato al posizionamento del contribuente rispetto all'indice e che prevede l'esonero da alcuni adempimenti e l'esclusione dagli accertamentisullepresunzionisemplici (Il Sole 24 Ore , 28 aprile 2017, pag. 37) PIERGIORGIOFRIZZERA Organizzazione&Sistemisrl RIQUALIFICAZIONEENERGETICA: contributiprovinciali Anche quest'anno è stato rinnovato il bando relativoaicontributiperleriqualificazionienergeticheeleristrutturazioniconilqualelaProvincia assume a proprio carico gli oneri degli interessiderivantidall'anticipazionedelledetrazionid'imposta,previstedalledisposizionistatali,perlespeserelativeagliinterventidirecupero edilizioediriqualificazioneenergetica.Saranno ammesse a contributo le domande secondo l'ordinecronologicodipresentazione. Chi può presentare domanda Possono presentare la domanda di contributo lepersonefisichecheintendonoeffettuaresulleproprieabitazionidegliinterventidiristrutturazione edilizia e di riqualificazione energetica destinatari delle detrazioni d'imposta statali. Sono ammissibili a contributo solo le persone fisicheproprietarieenonanchegliusufruttuario icomodatari.Puòinoltrepresentaredomanda, congiuntamentealproprietario,ancheilconiugee/oconvivente,ancorchénonproprietario. interventi ammessi Sonoammissibiliacontributointerventidirecuperoe/odiriqualificazioneenergeticasuunità immobiliaririentrantinellecategoriecatastaliad usoabitativodaA/2adA/7.Questiinterventidi ristrutturazione e/o di riqualificazione energeticapossonoincludereanchelepertinenzedegli edifici nella misura massima di due unità. Per relativepertinenzes'intendonoifabbricaticlassificati nelle categorie catastali C/2 (cantine, soffitte, magazzini), C6 (autorimesse, rimesse, scuderie)eC/7(tettoiechiuseoaperte).Sono inoltreammessiacontributointerventisuunità immobiliari di categoria catastale C/2 e C/6, purchéfinalizzatiallatrasformazionedellemedesimeinunitàimmobiliariadusoabitativorientrantinellecategoriecatastalidaA/2aA/7. Come funziona Questainiziativaconsentedianticipareinterminidiliquiditàledetrazionid'impostastatalirelativeainterventidirecuperoediriqualificazione energetica.L'anticipazioneègarantitamediante lastipulazione,dapartedellapersonaammessaacontributo,diuncontrattodimutuoaventedelleparticolaricaratteristicheimpostedalla Provincia alle banche convenzionate: durata decennale, piano di ammortamento italiano (quotacapitalecostante),tassofissoinunamisuramassimapredefinitaeassenzadicommissionieoneriaggiuntiviacaricodelmutuatario. Lapersonachestipuleràilmutuodovràpoirimborsarloallabancamediantediecirateannuali.Nelcontempolamedesimapersonariceverà dallaProvinciadiecirateannualidicontributoa coperturadegliinteressidelmutuo.Ilcontributo complessivoprovincialecorrisponderàaltotale degliinteressipagatidallapersonaallabanca. Limiti e soglia minima Siricordacheancheperil2017ladetrazione fiscale statale è ammessa sul 50% delle spese sostenuteincasodiinterventidiristrutturazione ediliziaconillimitemassimodidetrazionepari a96.000europerciascunaunitàimmobiliare edel65%incasodiriqualificazioneenergetica con i limiti massimi di detrazione di 100.000, 60.000e30.000euroasecondadellatipologiadiintervento. Perottenereilcontributoèprevistaunasoglia minimadispesaparia20.000euro.Sonoammesseanchelespeseeventualmentegiàsostenuteafardatadalprimogennaio2017.Èinoltre necessario stipulare un contratto di mutuo peralmeno10.000euro. Domande Le domande di contributo potranno essere presentateapartiredal18aprileefinoal30 novembre 2017 da parte di persone residentiinTrentinoeproprietariedell'edificiositosul territorioprovincialechesaràdestinatariodegli interventidirecuperoe/oriqualificazioneenergetica. Ledomandedevonoesserepresentateconuna delleseguentimodalità: ·consegna a mano presso l'Ufficio politiche dellacasadellaProvinciaopressoglisportellidiassistenzaediinformazionealpubblicodellaProvinciaAutonomadiTrentodecentratisulterritorio.Perglioraridiaperturadegli sportellidecentratidellaProvinciasirinviaalla tabellapubblicatanelsitohttp://www.provincia.tn.it/contributo_ristrutturazione_casa ·amezzoraccomandataconricevutadiritorno. ·tramitepostaelettronica(certificataosemplice) alla casella serv.autonomielocali@pec. provincia.tn.it.Limitatamentealcasoincuile domandesianopresentatedaunprofessionistaènecessariol'inviotramiteunacaselladi postaelettronicacertificata. Sarannoammesseacontributoledomandesecondol'ordinecronologicodipresentazione. Per ottenere definitivamente il contributo, il privato dovrà poi presentare entro un anno dall'ammissione al contributo, copia del contrattodimutuoeunarendicontazionedaprodursiattraversounappositomodulo. informazioni UfficioediliziaabitativadellaProvinciaautonomadiTrento,telefono0461-495022 emailserv.autonomielocali@provincia.tn.it FILIPPOPALLAORO StudioDegasperiMartinelli


1

    

 Show results

 
.

Your account
 - Login

Help & info
 -
What's Paperator?
 - FAQ

 -
Prices
 - PDF information and software
Legal stuff
 - Privacy
 - Terms & conditions
Contact us
 - Support

 - Contact us
 - Resell this service

© 2006-2019, PaperatorTM Web Agency - Pointersoft

All trademarks, logos and names belong to their legitimate owners